Nella seconda serata del convegno diocesano, dopo aver consegnato la rilettura delle schede del laboratorio del primo incontro, è intervenuto il prof. Marco Moschini, docente di Filosofia Teoretica presso l’Università degli Studi di Perugia e direttore del Corso di Perfezionamento in Progettazione, Gestione e Coordinamento dell’Oratorio.

 Introduzione e mandato alle comunità

A Marco è stato chiesto di consegnare agli operatori pastorali un suo punto di vista sulle questioni da correggere:

  • I giovani sono un problema, non una risorsa.
  • Ai giovani chiediamo solo dei servizi e non viviamo con loro il cammino vita … ma basta che ci diano una mano.
  • Poco ascolto e coinvolgimento negli organismi di partecipazione.
  • Facciamo fatica a rispettare i loro tempi di vita e passiamo subito alla critica.
  • Vorremmo che i giovani facciamo sempre ciò che pensiamo noi.
  • Diciamo di essere attenti a loro, ma fatichiamo a schierarci dalla loro parte.
  • Fatichiamo ad affidare incarichi ai giovani … e se li affidiamo fatichiamo ad accettare uno stile diverso dal nostro è ad accettare i loro “sbagli”.
E su alcune prospettive:
  • Passare da un futuro come minaccia a un futuro come promessa.
  • Un tempo presente povero di progettualità … un futuro poco appetibile.
  • Perché un giovane dovrebbe dedicare ancora tempo e risorse in un servizio?
  • Quali sono le domande spirituali che abitano i giovani?
  • Come fare una seria verifica della nostra pastorale e puntare sulle relazioni?

E’ disponibile la registrazione dell’intervento attraverso il canale Youtube del Servizio per la Pastorale Giovanile e degli Oratori.